CCCyberlink > I figli di B. | Una Nuova Generazione di Insetti Culturali?

alfano_vespa_renzi

Culturalmente parlando – inequivocabile il transfert del nostro elaboratore – i 2 figli di Berlusconi. Fonte foto Corriere della Sera (13 dicembre 2013).

DICEMBRE 2013

Come libraio e abitante del Paese chiamato Italia, sono affranto. Causa la mia malattia. Una specie di entomofobia, culturale.

Avete visto questa foto? Sembra una prova matematica che solo l’Italia poteva generare.
De-generare.

Dopo aver brunovespizzato la mia libreria, di fronte a un tale inequivocabile insulto culturale – la Nuova Generazione associata alla presentazione del libro di Vespa qui a lato – ho provato a interrogare il CEMS (Centro Elaboratore Memorie Storiche) della CCC.

Ho inserito la foto nella prodigiosa memoria e ho premuto start.

<< Insetti, (virgola) del potere. (punto) >>.
Inequivocabile.
No. Non essere così cattiva, ho detto alla memoria elaboratrice proiettata sul futuro. Troppo facile trasferire l’origine entomologica del cognome “Vespa” alla natura dei laterali…
Ho optato allora per una “umana considerazione”. Non da spietata macchina elaboratrice.

Ammettiamo che un giornalista – non un marziano – appassionato dei libri di Vespa giunga in Italia dopo un periodo di assenza dal nostro fantasioso Paese e non abbia mai visto quei due sorridenti faccioni alla sinistra e alla destra (sigh, Destra et Sinistra) dell’oggetto immutato: Vespa. L’assenza può essere più o meno lunga quanto sono gli anni che l’oggetto invariabile – lo scrittore natalizio Bruno Vespa – si accompagna di un certo signore, padre di certa patria. Il Signor B. Dieci anni? Venti anni? Poco importa.

Il giornalista straniero, sorpreso… esclamerebbe: «Caspita, finalmente! Il vecchio se n’è andato. I figli di Berlusconi…» – e qui immagino la faccia del giornalista seriamente corrucciata nel tentare di costruire la genesi dei due pargoli. Le somiglianze di primo acchito con il padre… Le probabili differenti madri… Sì, sì, ci sono… Eccome, se ci sono! Ci sono!

Mentre la macchina del CEMS cigola: << Come volevasi dimostrare. Come volevasi dimostrare… C.V.D. >> – rantolando in loop.

Entro in libreria. A terra calpesto le pile di libri che ho tolto dalla vetrina.
Bisogna finirla con questi insetti. Con questi libri.
Con questi Insetti Culturali Prenatalizi. Pre-natalizi. Ora pure di Nuova Generazione.
«Meglio un Berlusconi autentico che due pagliacci di figli, taglia corto mio nonno Giovanni uscendo sconfortato dai ricordi della libreria». A giorni compirebbe 106 anni.

Ha ragione. Siamo di fronte a un Insulto Definitivo. Non tanto alla cultura italiana (che non si pensi che lo scrivere un libro-strenna-spazzatura all’anno sia un fatto di cultura), ma alla perduta dignità della politica italiana che pretende che un manipolo di politici che si autoproclama “nuova generazione” nello spettacolino televisivo di mezza sera, lo sia per davvero, nuova. Usando lo stesso cliché! Presentando lo stesso libro!! Lo stesso pseudo-autore!!! Pagliacci (ipotesi del nonno) o insetti (ipotesi della macchina)?

Never mind.
Stiamo parlando di banali figli di un comando televisivo.
Tele-comando.
Di un “comando a distanza”.
Questo è ciò che conta.
Il dato di fatto.
CVD.

Alberto Peruffo
dicembre 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...