Archivi del mese: agosto 2015

VIA DEI MONTECCHIANI RIBELLI | Nuova via sulla Nord del Baffelan | Quando l’ARTICOLO PARTITIVO fa la differenza

La nuova via aperta da Alberto Peruffo e Leonardo Meggiolaro sulla storica parete Nord del Baffelàn, montagna simbolo dell’alpinismo vicentino. Riportiamo sotto una galleria di immagini. Qui il link per accedere all’articolo sulla rivista Planetmountain dove si trova un primo resoconto e

VIA DEI MONTECCHIANI RIBELLI | Nuova via sulla Nord del Baffelan | Quando l’ARTICOLO PARTITIVO fa la differenza

La nuova via aperta da Alberto Peruffo e Leonardo Meggiolaro sulla storica parete Nord del Baffelàn, montagna simbolo dell’alpinismo vicentino. Riportiamo sotto una galleria di immagini. Qui il link per accedere all’articolo sulla rivista Planetmountain dove si trova un primo resoconto e

IL CERVINO AFRICANO E L’ESTASI DELLA VETTA | 8 agosto 2015 International Ensemble | VALTOURNENCHE

«Sabato 8 agosto 2015, di fronte a una folta platea di pubblico (si stimano 500 persone) affluita nella piccola piazza antica del paese ai piedi del Cervino, l’ensemble internazionale costituta dal ballerino parigino Antoine Le Menestrel, inventore e pioniere della “Dans Vertical”, i musicisti

IL CERVINO AFRICANO E L’ESTASI DELLA VETTA | 8 agosto 2015 International Ensemble | VALTOURNENCHE

«Sabato 8 agosto 2015, di fronte a una folta platea di pubblico (si stimano 500 persone) affluita nella piccola piazza antica del paese ai piedi del Cervino, l’ensemble internazionale costituta dal ballerino parigino Antoine Le Menestrel, inventore e pioniere della “Dans Vertical”, i musicisti

AAJ 2015 | The world’s most significant climbs | THE AMERICAN ALPINE JOURNAL

In questi giorni è uscito, sia su carta (negli USA e presto in Italia) sia sul web, l’articolo firmato da Alberto Peruffo sull’AAJ, la rivista di alpinismo più prestigiosa al mondo

AAJ 2015 | The world’s most significant climbs | THE AMERICAN ALPINE JOURNAL

In questi giorni è uscito, sia su carta (negli USA e presto in Italia) sia sul web, l’articolo firmato da Alberto Peruffo sull’AAJ, la rivista di alpinismo più prestigiosa al mondo