L’OTRA INAUGURASIÓN PAR NA VERA AUTONOMIA | El Leon in(S)borassà e i-animai rabià | 14 ottobre 2018 TRISSINO

L’OTRA INAUGURASIÓN PAR NA VERA AUTONOMIA

piaccia o non piaccia, il Leone di San Marco lo mettono nel posto sbagliato e senza gli effettivi attributi autonomisti
[nel disegno, a terra!]
+
cosa genera l’arma della satira e dell’arte carnascialesca nell’immaginario di una popolazione contaminata?
un’opera d’arte dissacrante, distopica, esilarante

El Leon in(S)borassà e i-animai rabià

THE PLASTIC LION AND THE REBELS ZOO

[in concomitanza degli animali ufficiali,
«la cittadinanza è invitata a partecipare»]

inaugurazione carnascialesca/animalesca della
ROTATORIA DEL CRIMINE AMBIENTALE

performance collettiva degli attivisti NO PFAS e dei movimenti territoriali delle VALLI pedemontane per una nuova giustizia ambientale

DOMENICA 14 OTTOBRE 2018
TRISSINO
dalle ore 14.00

tutti i cittadini/comitati/gruppi/associazioni sono invitati a partecipare
come da invito del Sindaco… alla cittadinanza, tutta! Leon Sc-eto e animali compresi!

regia e convocazione a cura di
COMITATO ZERO PFAS AGNO CHIAMPO
[segue sotto canovaccio e note operative]
per adesioni scrivere a redazione.pfasland@gmail.com

+++

concept/cannovasSo

Benvénui a lo zoo de Mestrino. Ops… de Trisino! In preparasión dea gran mobilitasión di fronte ai Palazzi del Potere Regionale, sull’asta più arrabbiata dell’Agno, il fu-fiume che presto diventerà Guà, parente della Rabiosa, spuacio de aqua che raccoglie le nefandezze della Poscola, in frammezzo tra la MITENI criminosa e il puzzoso Depuratore consortile, gli animali ribelli del Veneto si raduneranno per una grande riunione/parata carnascialesca per rendere omaggio in modo allegro e spensierato, al nóvo rivà: il Leone Castrato di San Marco, di pura vetroresina, imbronciato e abborracciato, dal muso doloroso per la castrazione avvenuta e lo sboràsso altrui sue-réce ricevuto, tanto da diventare-già celebre e conossudo in todo el globo come El Leon Sborassà. Arrivando dallo Zoo di Berlino, ops di Mestrino, dopo avere rotto tutti i muri dell’omertà contro l’inquinamento da PFAS, i-animai rabià del territorio, devastato, insieme con le fameje, porteranno un po’ di dissacrante allegria per manifestare che la manipolazione dei simboli è un fatto ridicolo, indi per cui, par-quelo e par-staltro, ossia… mi ti e Toni semo ndà dalla tetona, ma non me tira pi la… ops, indi-per-cui tutta la gran inaugurasión degli animali regionali ufficiali finirà in una memorabile festa comunitaria di animai inborassài. Un vero e proprio zoo, un’opera d’arte animalesca, la nostra Region, come volevasi dimostrare.

Come partecipare: portate animali, voi stessi!, vestiti da animai/animals, addobbati da carnevale o da grande festa; portate animali falsi attaccati a dei palloncini o veri legati al guinzaglio; portate gaine vecie e novele, cavai, magari qualche mucca, o meglio, ‘na vacca, tri mussi, possibilmente 7 pecore e un nardone, ops, un caprone espiatorio… per brucare l’erba, non fumarla; infine cani, gatti, tartarughe. Niente falsi leoni. E niente… me-racomando… co_ni. Ghi-nè-massa-par-tera. Vardè ben el disegno! Sì, solo simpatia. Questa portatene tanta. Vi aspettiamo, sul lato Miteni/Armani della Rotatoria Ramonda. Dentro al recinto de i-animai rabià.

Leone LogoLEONE_color_small

[il leone disegnato da Michela Piccoli, mamma no pfas, che porteremo in processione e il disegno distopico dell’impareggiabile Mr. Pipa]

+++

«Le acque non mentono mai, sono un simbolo potente, specie nelle grandi emergenze» – Paolo Rumiz, La secessione leggera.

«Fallito l’infantile mitopoiesi sul Po celtico, si tenta ora di appropriarsi della Grande Venezia e di fondare una nuova razza: gli Spannoveneti» – Alberto Peruffo, Non esiste il Popolo Veneto, esistono gli abitanti di un Veneto, bellissimo, devastato. [da venerdì 12 ottobre su CCC]

HYPERLINK

Qui il post che ha generato tutto e dove si apprende il significato di Sborassà >> https://www.facebook.com/alberto.peruffo/posts/10155598536625880

L’evento su FB
>> https://www.facebook.com/events/1800343530082801/

Il testo di approfondimento di Alberto Peruffo >> IL POPOLO DEL GUÀ. Insanguinà | NON ESISTE IL POPOLO VENETO. Esistono gli abitanti di un Veneto, bellissimo, devastato

  1. Pingback: IL POPOLO DEL GUÀ. Insanguinà | NON ESISTE IL POPOLO VENETO. Esistono gli abitanti di un Veneto, bellissimo, devastato | Casa di Cultura C

  2. Pingback: 14 ottobre | LA REGIONE VENETO TRA AUTONOMIA, DISTRUZIONE DEL TERRITORIO, SIMBOLI INOPPORTUNI E LIMITI PFAS – PFAS.land

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...