FOGLIO OPERATIVO | Non torneranno i prati | L’incredibile percorso di THE WANDERING CEMETERY

wandering09i

Colle della Commenda, in vista dell’Autostrada Venezia-Milano, 10 giugno 2007

SCARICA IL PDF del FOGLIO OPERATIVO *
NON TORNERANNO I PRATI FINCHÉ CI SARANNO LE GUERRE
CONSEGNA DELLE CENERI
:-[ hyperlink ]-:
#nontornerannoiprati
INFO LOGISTICHE
https://www.facebook.com/events/1675239166022211/

++++

Con l’occasione della Consegna della Ceneri abbiamo pensato di ricostruire i punti salienti del percorso di THE WANDERING CEMETERY, fino ad oggi. Riportiamo solo i passaggi più importanti, qualche transizione-deviazione e alcuni link di approfondimento. Un percorso – ora che per la prima volta lo ricostruiamo – veramente incredibile. Quasi lontano dalla “credibilità”, per spazio, tempo, imprevedibilità.

++++

0.
14 febbraio 2007
NASCITA DELL’IDEA
Camminando tra la gente, durante la prima grande manifestazione – ricordata come la Manifestazione dei Centomila – contro il presunto “ampliamento” della Caserma Ederle. L’inganno con le parole iniziò fin da principio da parte di politici e giornalisti ignavi.

1.
9/10 giugno – 12 luglio 2007
PRIMA APPARIZIONE VICENZA
Performance in Centro Città e Installazione sul Colle della Commenda per 33 gg, nonostante la lettera intimidatoria inviata dal Sindaco Hüllweck ad AP per non procedere. Grazie alla liberatoria dell’opera d’arte, all’aiuto di amici avvocati e all’inserimento nel cartellone della Biennale di Venezia, 400 croci bianche escono in “silenzio assoluto” dal cortile del Patronato Leone XIII, nel cuore della città, verso la mezzanotte del 9 giugno, seguite a debita distanza dalle Forze dell’Ordine. La Stampa viene deviata e tenuta all’oscuro fino al giorno seguente, quando compare il cimitero sul Colle della Commenda: il Sindaco aveva vietato la piantumazione in Campo Marzio.
>> http://www.antersass.it/wandering_cemetery/vicenza_june.htm
>> video originale della performance ricaricato su youtube

copertina

2.
6 giugno – 17 settembre 2007
SECONDA APPARIZIONE VENEZIA
Performance giungendo dall’Isola di San Michele – il Cimitero di Venezia – all’Arsenale Nuovo per portare l’Istanza VICENZA OUT OF UNESCO (primo firmatario fu Mario Rigoni Stern), in concomitanza con la Cena di Gala dell’Ipocrisia Vicentina indetta annualmente dal Sindaco Hüllewck in Corso Palladio (poi, saltata). L’opera fu presentata – improvvisa, preparando una video-installazione, richiesta per l’occasione di Venezia, in poco tempo – durante la 52a Biennale. Come a Vicenza, la performance finale della notte del 17 settembre, fu seguita dalle Forze dell’Ordine, creando forti tensioni tra i curatori. Non solo agenti in borghese, ma pure in divisa, comparvero all’interno dei Giardini dello Spazio Thetis.
>> http://www.antersass.it/wandering_cemetery/venezia_september.htm

dsc0280

3.
21 ottobre 2007
PERFORMANCE COMUNIONE DI SILENZIO
Breve apparizione di una parte  delle croci di THE WANDERING CEMETERY con il Gruppo Donne NO DAL MOLIN presso Site Pluto. Con Nastro Nero. In quell’occasione fu allertato e uscì il Comandante dell’intera Brigata Americana.
>> http://www.antersass.it/frontedellacultura/default.htm
(link con altre connessioni-apparizioni minori)

l1020614

4.
18 novembre 2007
INSTALLAZIONE SUL BACCHIGLIONE
Lungo l’argine del Bacchiglione, in occasione dell’anniversario dei bombardamenti su Vicenza. 20 ore di suggestiva installazione dove morirono nel 1944 centinaia di vicentini (si parla di 400) a seguito delle bombe (pure le terribili “bombe a spillo”) sganciate in modo indiscriminato dall’aviazione angloamericana sull’Aeroporto di Vicenza, “di grande importanza strategica per i tedeschi”. La stessa area ora depredata dagli Americani. La sera una partecipata manifestazione-processione di attivisti NO DAL MOLIN passò a fianco dell’installazione, che si tolse all’indomani mattina.
>> http://www.antersass.it/wandering_cemetery/bacchiglione_novembre.htm

leonardotommasin1804

5.
10 dicembre 2007
CONCETTO + INSTALLAZIONE IL SILENZIO LIBERA LE COSCIENZE
Durante l’inaugurazione del nuovo Teatro Comunale di Vicenza, mentre AP lancia un sabotaggio concettuale da casa (una controregia che agirà in modo incisivo nelle teste degli invitati e dei giornalisti), fuori gli attivisti del Presidio piantano le croci. Il Teatro e i suoi Imbonitori-Direttori Culturali fanno pena ancora oggi. Il Teatro stenta a partire, battezzato come è stato, quale indigesta compensazione culturale voluta da un Sindaco che si professa Poeta e che si intrallazza con gli Alfieri della Morte: un’autorevole macchia-macchietta per la cultura della Città. Indelebile.
>> http://www.antersass.it/default_speciale_teatro.htm

ap_1012096

6.
15 dicembre 2007
PERFORMANCE UOMINI DI CULTURA PERCHÉ TACETE?
Il Governo Prodi non ritira la sua infamia-violenza-sopruso su Vicenza. Gli intellettuali (o presunti tali) tacciono. Il Vescovo Nosiglia battesima l’infamia. L’Accademia Olimpica ha paura della sua stessa ombra. Durante la seconda grande manifestazione contro la nuova Base, AP indossa la maschera della PALLIDA MENTE (costruita dai Fratelli De Marchi, usata per lanciare l’Istanza VICENZA FUORI DALL’UNESCO in diverse occasioni e per il TRISTE PALLADIO FUMANTE). Con gli amici, porta con sé alcuni “oggetti-reliquia” delle prime apparizioni del Cimitero a Vicenza e a Venezia. La croce in mano è quella colorata dal giovane primogenito, di 10 anni, per Venezia.
>> http://www.antersass.it/frontedellacultura/default.htm
(link con altre connessioni e apparizioni minori)

ap_1512061

7.
26 maggio 2008
PERFORMANCE THE WANDERING CEMETERY MEETS THE SAD SMOKY MOUNTAINS
Dopo la grande diffusione internazionale delle Tristi Montagne Fumanti, AP fa incontrare le due grandi opera-azioni tra le montagne abbruzzesi, durante il THIRD INTERNATIONAL FORUM dedicato a Joseph Beuys. Performa la giovane artista Ilaria Carli Paris, di Asiago. L’obiettivo è di creare relazioni e di dare una forte scossa ai circuiti chiusi dell’arte contemporanea, distante anni luce dall’impegno civile frontale.
>> video L’INTERNAZIONALE FUMOGENISTA

Schermata 2016-01-14 alle 18.34.32

8.
05/09 dicembre 2008
INSTALLAZIONE AI FRARI VENEZIA
L’opera diventa un simbolo per i pacifisti “al fronte” e l’Annuario Geopolitico della Pace gli dedica tutta la parte iconografica del volume annuale. La Fondazione per la Pace di Venezia, con Serena Nono e Giovanni Benzoni, invitano THE WANDERING CEMETERY di nuovo a Venezia per un’installazione dal titolo: VICENZA IN AMERICA, AMERICA IN VICENZA.
>> http://www.antersass.it/wandering_cemetery/default.htm

venice2008_cemetery_y_e

9.
29/31 maggio 2009
PERFORMANCE E INSTALLAZIONE A FIRENZE
Durante TERRA FUTURA, la grande kermesse fiorentina dedicata alle buone pratiche che si tiene nella Fortezza Da Basso, AP viene invitato per fare qualcosa: installa e performa con persone di tutte le età, proponendo un titolo e una piantumazione delle croci provocatorio, ma allo stesso tempo affascinante per i più giovani: SENZA FUTURO? Florence. The Wandering Cemetery turn into flowers. Alla fine dell’installazione tutte le croci saranno disegnate, specie da bambini, con colori naturali.
>> http://www.antersass.it/terra_futura.htm

terra_futura_bn15

10.
27 ottobre 2009
UPSTANDING CONCERT
Il percorso di The Wandering Cemetery, la maschera della Pallida Mente, ritornano con forza in scena grazie a uno straordinario concerto al Teatro Olimpico tenuto da VINICIO CAPOSSELA e MARIO BRUNELLO. AP annuncia i prossimi passi dell’Istanza Unesco nel tempio Unesco più prezioso della Città, di fronte a un Teatro esaurito fino all’ultimo posto. Assente il Sindaco di Vicenza. A precedere il Concerto, la performance Gandhi’s Upstandingnetpoint, una scultura sociale informatica tenuta durante il Festival UNA RETE DISARMANTE, in occasione del passaggio della MARCIA MONDIALE PER LA PACE E LA NONVIOLENZA di cui AP sarà co-curatore. Centinaia di mail saranno inviate alla Presidenza dell’UNESCO a Parigi tramite un mailing-storm generato dalla scultura informatica.
>> video e foto http://www.antersass.it/nessuna_compensazione_vicenza.htm

cri071420copia

11.
1 febbraio 2010
PERFORMANCE PACTA SUNT SERVANDA PALAZZO UNESCO PARIGI
Si ritorna allo scoperto delle piazze. AP consegna le firme raccolte durante il percorso di The Wandering Cemetery per espellere Vicenza dall’Unesco – se la Base sarà ultimata – percorso iniziato dopo la Conferenza La Base o L’Unesco del 3 ottobre 2008, dove il Comune di Vicenza Giunta Sindaco Variati strappa il Patrocinio concesso nel mese precedente, nonostante la presenza di illustri docenti e per il Sindaco l’essere diventato tale grazie agli oppositori della Base. A Place de Fontenoy la Gendarmeria Francese è colta di sorpresa dall’installazione e la Presidenza Unesco non esita a ricevere AP e raccogliere l’Istanza VICENZA OUT OF UNESCO. Una s-compensazione per una città che presto vivrà di “annunciate” compensazioni. L’UNESCO si dimostrerà un Ente di facciata, che non garantisce ciò che proclama nei suoi principi fondativi. Il Sindaco peggio ancora, gettando nella spazzatura più di 20000 firme raccolte nel celebre Referendum “boicottato” dallo Stato, che Stato di Diritto non è. La questione è ancora aperta ed è prevista un’imputazione contro lo stesso Ente UNESCO e gli organi italiani.
>> http://www.antersass.it/netexpedition.htm

installation202

12.
23/27 settembre 2010
OPERA-AZIONE IL GRANDE FARDELLO A FESTAMBIENTE
Chiamato a portare la sua testimonianza nel Parco del Retrone, AP progetta un Contenitore Sociale, un container dove mette dentro alcuni anticorpi per i vari “insetti sociali”, visibili da lenti e microscopio, responsabili della deriva politico-culturale della città e del Paese. Ricompaiono le croci di The Wandering, l’Istanza Unesco e il nuovo Tristissimo Giardino Orientale, il futuro Parco della Pace alla cui progettazione partecipa un altro dei grandi responsabili morali della Nuova Base, il pseudo-architetto Giulio Albanese, Presidente oggi della Fondazione Teatro inCivico di Vicenza. Al Socialcontainer – partito dal Presidio NO DAL MOLIN – collabora uno straordinario gruppo di Artisti – tra cui il Collettivo Delirio House, Giovanni Rubino e Laurina Paperina. Sarà visitato da migliaia di persone. Ora riposa in Altipiano di Asiago, disinnescato – con cura continua – dal morbo di ChiCheSon, riconosciuto come autoctono della Città di Vicenza e ufficializzato da una ridicola assemblea-manifesto indetta dai Giovani Architetti dal titolo: Il Palladio è morto. Noi sappiamo che non lo è. È solo infinitamente triste.
>> http://www.antersass.it/socialcontainer/default_intro.htm

tristissimo_giardino

13.
10 settembre 2011
OPERAZIONE TRANSUMANZA. NON PASSA LA MENZOGNA SUL PASUBIO
Forte deviazione, sulle montagne di casa, sotto il Monte Pasubio. Il concetto di The Wandering prende la forma dell’asfalto e si deposita in 1004 croci disegnate durante la notte per far naufragare in un “muro di silenzio” il GIRO DELLA PADANIA e le logiche pseudo-identitarie nascoste dietro a un imbonimento sportivo che calpesta la memoria, misconosce i territori ed è corresponsabile della loro devastazione. Per difendere e sostenere AP (il Giro arriva nel suo paese, Montecchio), interviene sul GdV, il giornale dei pre-potenti locali, PAOLO RUMIZ e sul fronte padano-garibaldino, il maestro BEPI DE MARZI. L’opera sulla strada potrà in futuro prendere una strada tutta sua, all’ennesima potenza.
>> https://cross2road.wordpress.com/

alessandro_colombara_operazione_transumanza_015_e

14.
8 dicembre 2012
PERFORMANCE VICENZA PATRIMONIO VERGOGNOSO DELL’UNESCO
Nel giorno consacrato alla Madonna, da Monte Berico si nota una grande nuvola rossa. Sul lato sud della nuova base Dal Molin, una megafumogenata disinstalla per qualche minuto la Base dalla città. Per questa meravigliosa dis-installazione ricompaiono 33 croci di The Wandering Cemetery. L’UNESCO – dopo essere stato manipolato dalla Giunta Variati – sarà ancora una volta interrogato con una nuova consegna di materiale che dimostra l’assurdità-illegalità-abnormità della nuova Base. Qualche mese dopo, AP sarà “accompagnato, come ospite indesiderato”, dalla Digos, ad una pseudoconferenza culturale organizzata dalla Giunta Variati: QUANDO LA CULTURA FA PAURA. Davvero fa paura? Sì, quando essa è scambiata per mero mercimonio.
>> https://casacibernetica.wordpress.com/2012/12/08/vergogna-unesco-reportage-vicenza-8-dicembre-2012/

vergogna_unesco_photo_rita_gonella098

15.
7 agosto 2013
PERFORMANCE THE BURNING CEMETERY A BOCCHETTA PAÙ
Siamo all’epilogo. La Base è stata assimilata dalla parte ignava-ignara di Vicenza. La stessa che ora vorrebbe mettere alla forca il responsabile morale numero uno della Base, Gianni Zonin, Manu Tentore della Banca imPopolare di Vicenza. L’opera The Wandering Cemetery, dopo essere ritornata ogni volta a riposarsi, metaforicamente, sull’Altipiano di Asiago, da dove è scesa nel 2007, ha deciso di trasfigurasi per sempre e di scendere definitivamente in forma di cenere dalla “porta” più naturale e simbolica degli Altipiani: il Cimitero errante – 104 croci di s-concerto – brucia il suo carico di memoria a Bocchetta Paù per consegnarlo a chi lo ha ucciso, infangato, calpestato, reiteratamente. Si avvicina la data della Consegna delle Ceneri. Gennaio 2016. Da qui, dalle sue ceneri, forse potrà nascere una nuova narrazione-riflessione.
>> https://casacibernetica.wordpress.com/2013/08/11/bocchetta-pau-burning-cemetery/

burning_cemetery_alessandro_pianalto_049

* La traduzione di DISERTATE è di Thea Valentina Gardellin.

Un Commento

  1. Pingback: NON TORNERANNO I PRATI | gallerie fotografiche e video | CONSEGNA DELLE CENERI | Casa di Cultura C

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...